Crotone
 

Crotone, Coricello (Prc): “Solidarietà ai dipendenti Bricofer”

"In questo periodo di emergenza dettata dalla pandemia di COVID-19, quasi quotidianamente, stiamo assistendo all'indebolimento di un tessuto economico-produttivo, quello calabrese, da troppo tempo in condizioni precarie. Ci riferiamo a ciò che sta accadendo nel crotonese. Dopo le vertenze Carrefour e Abramo CC, c'è un'altra vicenda che merita attenzione e che coinvolge 13 dipendenti del Bricofer di località Passovecchio. Apprendiamo che l'azienda ha avviato la procedura di licenziamento collettivo per cessazione attività. Proposte per evitare tali licenziamenti, quali il ricorso ad ammortizzatori sociali e dislocamento personale in altri punti vendita, non sono state prese in considerazione. Vogliamo ricordare, in questo senso, che il decreto "Cura Italia" non consente procedure di licenziamento collettivo per 60 giorni, sospende quelle aperte dopo il 23 febbraio e prevede che si possa ricorrere alla cassa integrazione per un massimo di 9 settimane. Per questo motivo, esprimiamo la nostra solidarietà ai dipendenti. In questo momento, per le lavoratrici e i lavoratori, per il territorio Crotonese e per la Calabria, c'è bisogno di altro, c'è bisogno di lavoro e diritti". Lo scrive in una nota Franco Coricello - Segretario Provinciale Partito della Rifondazione Comunista Crotone.