Cosenza
 

Cassano allo Ionio (Cs), ok della giunta comunale al ‘piano straordinario di estumulazioni’

La giunta municipale ha approvato un atto di indirizzo riguardante l'Emergenza cimiteriale, con particolare riferimento al Piano straordinario di estumulazioni. L'organo esecutivo, riunitosi sotto la presidenza del sindaco Gianni Papasso, assistito dal segretario Ciriaco Di Talia, poiché - è scritto in un comunicato stampa del Comune di Cassano allo Ionio - intende essere informata in modo accurato sull'attività e sui provvedimenti intrapresi in esecuzione alla deliberazione della Commissione Straordinaria n.23 del 30 aprile 2018, ha licenziato l'atto di indirizzo destinato al Responsabile dell'Area Tecnica e al Responsabile del Settore Affari Generali e, per loro tramite, ai dipendenti comunali che si siano occupati e/o si occupano dei procedimenti afferenti la gestione amministrativa del Cimitero, impegnandoli a predisporre una relazione dettagliata e descrittiva entro il 30 aprile prossimo, inerente le attività svolte a seguito della citata delibera commissariale, assunta con i poteri della giunta, al fine di conoscere, se e come le situazioni di emergenza emerse sono state superate; il numero delle rinunce formalizzate dagli utenti con l'espressa indicazione della destinazione assegnata ai resti mortali del defunto tumulato nel loculo oggetto di rinuncia, ovvero se è stata effettuata -a titolo esemplificativo- la raccolta dei resti mortali presso una celletta; la cremazione; ecc., con la precisa individuazione degli eventuali esborsi economici posti a carico di questo Ente; eventuali casi di estumulazione di resti mortali disposti anche in assenza di rinuncia o per presunta scadenza della concessione d'uso non rinnovata con l'indicazione della destinazione dei resti mortali del defunto; le modalità di comunicazione dell'avvio del procedimento amministrativo agli utenti interessati all'estumulazione del familiare defunto; i criteri adoperati per la scelta delle salme da estumulare/esumare; e i criteri di assegnazione dei loculi resi disponibili (a seguito di rinuncia e/o estumulazione d'ufficio per mancato rinnovo) per le salme in attesa di sepoltura. Con voti unanimi, l'atto deliberativo è stato dichiarato immediatamente esecutivo.